autodromo mugello

Menu:

Info Mugello

Nelle immediate vicinanze di Firenze, un territorio ancora da scoprire, ricco di arte, storia e cultura ...

Leggi... »

Partner

Turismo in Mugello

Viaggi in Mugello

 

Circuito del Mugello

Autodromo MugelloL'Autodromo del Mugello è uno dei più bei tracciati mondiali dell'alta velocità, una di quelle piste dove il valore del pilota fa la differenza. La staccata della curva San Donato dopo il lunghissimo rettilineo è per piloti veri, piloti che non si spaventino ad arrivare ai 340Km/h.
L'Autodromo del Mugello è il circuito principale per i test effettuati dalla scuderia Ferrari ed è sede di uno dei Gran Premi di MotoGp più attesi di tutta la stagione, inoltre durante l'anno apre le sue porte anche agli appassionati, per emozionanti sessioni di prove libere.
Il circuito è immerso in un bellissimo paesaggio, fatto di colline, tranquillità: se vi capiterà di passeggiare nei dintorni vi renderete conto di persona dello strano ed anche suggestivo effetto prodotto dal rombo di una Formula 1 che sfreccia in pista mentre nei boschi circostanti regna il più assoluto silenzio. Una sensazione strana e unica nel suo genere.
I giorni di gara, specialmente il weekend del Gran Premio d'Italia MotoGp, tutto il Mugello parla dell'evento e per arrivare all'autodromo bisogna mettersi in viaggio con una buona dose di pazienza tanta è l'affluenza.
Le principali manifestazioni della Ferrari, come per esempio la festa che sancisce la fine della stagione, vengono di solito sempre celebrate qui.

La Storia

Tra le colline del Mugello si correva già negli anni venti: migliaia di spettatori assiepavano i polverosi 66 km che da Scarperia salivano fino a Moto GP MugelloFirenzuola, per poi attraversare il Passo della Futa fino a San Piero a Sieve e, nuovamente, a Scarperia. Era il “Circuito del Mugello”, gara stradale che ha visto confrontarsi i più grandi piloti, da Campari a Enzo Ferrari, vincitore nel 1921 con l’Alfa Romeo, e poi Ascari, Borzacchini, Merzario e l’idolo locale Materassi.Tra alterne fortune e varie interruzioni lo storico circuito è stato teatro di epiche battaglie fino al termine degli anni sessanta, quando la pericolosità delle corse su strada e la ricerca di maggiore spettacolo fece preferire le corse in pista. Dalle ceneri del Circuito del Mugello, per volontà dell’Automobil Club Firenze, nel 1974 nacque l’attuale impianto il quale, acquistato a fine anni ottanta dalla Ferrari e oggetto di cospicue ristrutturazioni, è adesso uno dei più suggestivi e impegnativi tracciati del panorama mondiale, con un albo d'oro degno dei più rinomati circuiti internazionali, che ha visto vincitori i più grandi piloti della storia del motociclismo.